CH36 chairs by Hans Wegner

danord_12287_pre

CH36 chairs by Hans Wegner

La sedia CH36 fu disegnata nel 1962 ed è caratterizzata dal suo design semplice. Dimostra l’influenza dei principi e dell’artigianalità Shaker sull’estetica wegneriana. E’ una sedia dalle eleganti gambe verticali, lo schienale liscio ed arrotondato , che ne assicura un supporto ideale per la schiena, e la seduta di paper-cord  intrecciata, secondo un modello molto semplice.

Il suo modesto aspetto tende all’anonimo ed è così delicato da portare alla falsa conclusione che la CH36 non sia una sedia solida.  Si decise infatti di far testare la sedia in maniera approfondita dal Technological Institute di Danimarca, prima di metterla in produzione. Si dice che la sedia abbia superato le 60.000 oscillazioni richieste senza problemi, ma che lo staff abbia dimenticato di spegnere il macchinario prima di chiudere per il weekend. Il lunedì successivo, tornati al lavoro, trovarono gli attrezzi per il test rotti e la sedia perfettamente integra.

Questo ne dimostro’ l’assoluta solidita’.

E’ un chiaro esempio della “purezza estetica e formale”, alla base del progetti di Wegner.

 

Numero 4 sedie disponibili

Disegnate da Hans Wegner , prodotte da Carl Hansen & Son

Denmark

Rovere massello, trattato a sapone – seduta in paper – cord

  • RISERVATE –

Sideboard in rovere -Kurt Ostervig-

danord_10510_pre

Sideboard in rovere -Kurt Ostervig-

Sideboard in rovere massello, trattato a sapone.

Disegnato da Kurt Ostervig per K.P. Mobler, Denmark.

Misure: 210 x 55x h 81

Il designer danese Kurt Østervig (1912-1986) si formò originariamente alla Odense Steel Shipyard come ingegnere navale. La sua carriera tuttavia subì una svolta quando gli fu commissionato un lavoro dal Design Studio di E. Knudsen, uno dei principali produttori di mobili degli anni 1930 e 1940.
Aprì il suo studio nel 1947 e divenne un designer d’interni freelance, lavorando con la maggior parte delle aziende d’arredo scandinave del tempo.
Oltre all’arredo residenziale, si è occupato anche di fornire soluzioni di design specializzate per navi, alberghi e cinema. Ostervig è anche noto per i suoi disegni, alcuni dei quali ricchissimi di dettagli, tanto da sembrare fotografie.
Nel 1960, uno dei pezzi di design di Østervig fu esposto al Museum of Modern Art di New York.

 

Borge Mogensen Bench 3171

danord_2016_10678_r

Borge Mogensen Bench 3171

La parola funzionale è quella che meglio descrive il design di Børge Mogensen. La maggior parte dei suoi arredi sono caratterizzati da linee forti e semplici. L’analisi quasi scientifica della funzionalità di ogni pezzo è il suo genio, ed è alla base anche di questa panca, leggera, dal segno distintivo, disegnata nel 1956.
Con le sue caratteristiche di robustezza e semplicità è idonea ad un uso quotidiano ed è un esempio ideale di quel percorso verso la forma pura, che ha guidato Mogensen per tutta la sua vita.

Mis.: 170 x 47 x h. sed. 43,5 / h. schien. 76,5

 

Børge Mogensen (1914-1972). Il suo lavoro fu molto influenzato da quello di Kaare Klint, di cui divenne più tardi assistente universitario presso la Royal Academy di Copenhagen. La maggior parte dei suoi pezzi è stata concepita tenendo presente le esigenze della produzione industriale ed è caratterizzata da linee semplici e forti.
Si interessò alla ricerca di uno stile contemporaneo, cercando di sviluppare oggetti di uso comune progettati per utilizzi specifici. Conitunando la ricerca di Klint su come le dimensioni e le proporzioni degli oggetti influenzino il loro design, produsse in collaborazione con Grethe Meyer, il progetto Boligens Byggeskabe (1954), che introdusse l’idea di una sistema di mensole e contenitori come parte di una stanza, piuttosto che pezzi acquistati e posizionati nell vuoto. A tal fine studiò tutte le misure degli oggetti quotidiani e stabilì le dimensioni di profondità e lunghezza degli elementi, pubblicando un manuale guida.

 

 

 

Dining Table Kurt Østervig

danord_2016_10190_q_x

Dining Table Kurt Østervig

Tavolo da pranzo ovale allungabile, in rovere massello trattato a sapone, disegnato da Kurt Østervig, Copenhagen .

Dotato di due prolunghe .

mis.: 160 x 119 x H. 72,5 ( + 50 cm. x 2)

 

Il designer danese Kurt Østervig (1912-1986) si formò originariamente alla Odense Steel Shipyard come ingegnere navale. La sua carriera tuttavia subì una svolta quando gli fu commissionato un lavoro dal Design Studio di E. Knudsen, uno dei principali produttori di mobili degli anni 1930 e 1940.
Aprì il suo studio nel 1947 e divenne un designer d’interni freelance, lavorando con la maggior parte delle aziende d’arredo scandinave del tempo.
Oltre all’arredo residenziale, si è occupato anche di fornire soluzioni di design specializzate per navi, alberghi e cinema. Ostervig è anche noto per i suoi disegni, alcuni dei quali ricchissimi di dettagli, tanto da sembrare fotografie.
Nel 1960, uno dei pezzi di design di Østervig fu esposto al Museum of Modern Art di New York.

 

RISERVATO

Caricamento in corso